CANI E GATTI: ARRIVA IL CONSULENTE DI CONDOMINIO

Amici di CGTV leggendo sulla repubblica di Parma abbiamo trovato questa notizia: Dopo Roma e Milano arriva anche a Parma un nuovo servizio di consulenza legale di Aidaa dedicato agli animali in condominio.

Si tratta del “consulente in condominio per gli animali”, la cui figura professionale va ad affiancarsi a quella degli avvocati del tribunale degli animali e agli esperti dello sportello online di Aidaa dedicato esclusivamente alle controversie condominiali che vedono come protagonisti gli animali domestici.

Il consulente in condominio per gli animali è un vero e proprio legale a domicilio che su richiesta da consigli direttamente alle persone interessate e coinvolte in queste vicende anche attraverso vere e proprie perizie a domicilio, inoltre il consulente degli animali a domicilio su specifica richiesta potrà anche partecipare direttamente alle assemblee di condominio in cui vi siano all’ordine del giorno punti legati alla presenza degli animali in condominio, oppure per questioni relative alla presenza di colonie feline in condominio.

Il servizio del consulente in condominio per gli animali che ha iniziato a funzionare a Roma, dai prossimi giorni sarà attivo per una prima fase sperimentale a Parma dove si prevede la sua entrata in funzione in maniera completa per il prossimo mese di settembre. Per richiedere la presenza del consulente è necessario inviare una email all’indirizzo tribunaleanimali2@libero.it.

“Il servizio di consulenza – anticipa Lorenzo Croce presidente nazionale di Aidaa- a differenza degli altri servizi Aidaa non è totalmente gratuito se la richiesta prevede la presenza fisica del legale o del perito presso il domicilio del richiedente o la sua partecipazione ad una assemblea di condominio, rimane totalmente gratuita invece la parte relativa alla consulenza legale online come per tutti gli altri servizi di consulenza legale ed amministrativa forniti dal tribunale degli animali e dagli sportelli legali online di Aidaa”.

“Questa prima fase sperimentale del servizio – conclude Croce –  è sperimentale e servirà per la sua messa a punto in modo da poterlo lanciare in maniera effettiva a partire dal prossimo mese di settembre all’interno dei servizi offerti su scala nazionale dal tribunale degli animali che a Parma ha la sua sede nazionale anche grazie alla sensibilità da sempre dimostrata dall’amministrazione comunale ed in particolare dall’assessore all’ambiente Cristina Sassi nel campo della tutela dei diritti degli animali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *