CITTA' DEL MESSICO, PENE PIU' SEVERE PER CHI MALTRATTA GLI ANIMALI

LO HA DECISO L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA DEL DISTRETTO

Amici di CGTV finalmente pene fino a 2 e 4 anni per chi maltratta o uccide animali a Città del Messico. Lo ha deciso l’assemblea legislativa della megalopoli, votando all’unanimità l’aumento delle pene per chi commette intenzionalmente abusi sugli animali o causa loro dolore.

Nella città, riferisce La Presse, si verificano talvolta violenze contro gli animali, che in passato sono stati bruciati vivi, picchiati a morte o uccisi a colpi di arma da fuoco. Per i responsabili di maltrattamenti, secondo il nuovo provvedimento, la pena massima sarà di due anni di prigione, mentre la multa ammonterà sino a 500 dollari. Se sarà causata la morte dell’animale, gli anni di detenzione massimi saranno 4 e la multa arriverà a 2mila dollari. Una deroga viene prevista per gli animali uccisi per l’alimentazione umana, ma con il vincolo che la morte sia veloce e non causi dolore.

Leggi intero articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *