DODICI MESI IN PRIMA LINEA PER I DIRITTI ANIMALI: ECCO IL 2012 DELL’OIPA

Dagli aiuti agli animali terremotati alla campagna contro l’uccisione dei cani in Ucraina,
l’OIPA ha scandito l’anno passato con interventi a favore dei diritti animali

Dodici mesi ricchi di vittorie, salvataggi di animali in difficoltà, campagne di sensibilizzazione in difesa di chi non ha voce: questo è stato il 2012 dell’OIPA, un anno in cui i traguardi raggiunti sono stati tanti.

L’OIPA ha raccolto in un video le immagini che ricordano le azioni e i risultati più significativi dell’anno appena trascorso: dalla campagna contro il massacro dei cani in Ucraina per Euro 2012, alla liberazione dei beagle di Green Hill, agli aiuti per gli animali colpiti dal terremoto in Emilia,  passando per gli oltre 7000 controlli e sequestri compiuti nel 2012 delle guardie zoofile OIPA per combattere i maltrattamenti e i reati nei confronti degli animali in tutta Italia, ma anche dagli innumerevoli salvataggi sul territorio di animali feriti, abbandonati o malati che i volontari delle sezioni dell’OIPA compiono ogni giorno.

Inoltre, grazie a importanti partnership, come quella con la Panini, nel 2012 l’OIPA ha avviato i lavori per attrezzare due terreni come stallo per randagi feriti, malati o in pericolo a Foggia e ad Agrigento, due province tra le più colpite in Italia dal fenomeno del randagismo.

Grazie all’incrollabile passione e al duro lavoro dei volontari, ma anche al supporto fondamentale dei sostenitori, negli ultimi dodici mesi l’OIPA ha potuto fare la differenza e cambiare il futuro di moltissimi esseri viventi – sottolinea Massimo Comparotto, Presidente dell’OIPA Italia Onlus – Ci auguriamo quindi di poter continuare a mettere nuovi e fondamentali tasselli sulla strada che un giorno porterà al rispetto totale e condiviso di tutte le altre forme di vita”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *