FINALMENTE TUTTI A CASA! I NUMERI DI UNA GRANDE IMPRESA

FINALMENTE TUTTI A CASA! I NUMERI DI UNA GRANDE IMPRESA

Mercoledì 20 marzo gli ultimi cinque greyhound di Macao KAMIKAZE KING, JULIETA, DALILA, MARIA e MIA sono arrivati a Milano Malpensa nelle nostre mani che non vedevano l’ora di accoglierli e di prendersi cura di loro.

Sono stati tutti accolti dalle loro famiglie adottive.

Questi greyhound fanno parte dei 550 greyhound salvati dal famigerato Canidrome di Macao, il peggiore cinodromo al mondo, che ha chiuso definitivamente i battenti il 21 luglio 2018, grazie alla campagna internazionale Save the Macau Greyhoundslanciata e guidata da Anima Macau, Pet levrieri Onlus e GREY2K USA Worldwide.

Con questo tredicesimo trasporto sono 65 i greyhound di Macao portati in Italia tramite Pet Levrieri e affidati alle loro famiglie adottive o foster e 150 in Europa (UK, Italia, Francia e Germania).

Grazie a questa importante e complessa campagna internazionale di salvataggio, mai realizzata prima, in meno di cinque mesi abbiamo portato in salvo già 503 (94.5%) dei 532 detenuti nel Canidrome al momento della chiusura, cui vanno aggiunti i 18 grey già salvati prima della chiusura e accolti nel rifugio di Anima.

Rimangono ancora 14 greyhound nel Canidrome che nei prossimi giorni raggiungeranno le loro famiglie in Usa, Hong Kong e Macao.

Il rifugio di Anima insieme alla rete delle famiglie foster di Macao si sta prendendo cura dei 19 greyhound, che saranno adottati in Australia nei prossimi mesi.

In questi mesi 15 greyhound salvati dalla prigionia del Canidrome non ce l’hanno fatta e non hanno potuto conoscere l’amore di una famiglia adottiva. 
Per ricordarli verrà istituita una giornata dedicata ai “Martiri del Canidrome”, a questi 15 e ai circa 18.000 greyhound che sono stati uccisi nei 55 anni di attività del Canidrome.

Con il 26 marzo il Canidrome sarà totalmente svuotato e tutti i 517 greyhound di Macao saranno finalmente a casa. Finalmente liberi, rispettati e amati. 

Uno straordinario sogno che diventa realtà. 
Grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato a renderlo possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *