GIUSTIZIA PER KJ2 ATTO SECONDO: DUE INDAGATI

GIUSTIZIA PER KJ2 ATTO SECONDO: DUE INDAGATI

Riaperte le indagini per l’uccisione dell’orsa KJ2: sono indagati l’ex presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi (che il 27 luglio 2017 firmò l’ordinanza di cattura o abbattimento di KJ2) e Maurizio Zanin, dirigente del Servizio foreste e fauna della Provincia.

Dopo l’opposizione da parte di LEAL, rappresentata dal legale David Zanforlini, e di altre 10 associazioni all’archiviazione del fascicolo sulla morte dell’orsa KJ2, il Gip di Trento Marco La Ganga ha deciso di riaprire le indagini iscrivendo nel registro degli indagati Ugo Rossi e Maurizio Zanin, che saranno interrogati sul perché non abbiano ritenuto di sedare l’orsa trasferendola poi in area protetta nazionale o europea.

Ricordiamo che l’ordinanza di abbattimento di KJ2 motivata dalla pericolosità dell’animale è stato messo in atto il 12 agosto del 2017. Per il PM Marco Gallina, titolare dell’indagine, l’uccisione avvenne per uno stato di necessità visti i falliti tentativi di cattura dell’orsa e da qui la richiesta di archiviazione dell’inchiesta ma la conclusione è stata contestata da LEAL attraverso il suo legale David Zanforlini e da altre 10 associazioni. In data 13 novembre 2018 il giudice La Ganga ha riaperto le indagini e fatto importante, mentre in prima battuta il procedimento era stato aperto contro ignoti ora invece ci sono due indagati.

LEAL aveva subito stigmatizzato l’uccisione immediata dell’orsa senza averne prima tentato la cattura, uccisione aggravata del fatto della presenza della prole e anche nell’opposizione all’archiviazione è stato sottolineato l’abbandono dei cuccioli che privati della madre sono stati messi in pericolo di vita. LEAL ricorda anche le numerose richieste per avere notizie sullo stato di salute dei piccoli senza ottenere alcun aggiornamento.

Gian Marco Prampolini presidente LEAL commenta“Dopo che in quelle zone sono state fatte diverse esecuzioni sommarie di orsi il fatto che l’uccisione di un animale venga fatta oggetto di indagine ci sembra un importante segno di giustizia e civiltà”.

LEAL Lega Antivivisezionista
ONG Affiliata al Dipartimento di Pubblica Informazione ONU
www.leal.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *