Papa: no alla pietà verso cani e gatti
Published On 14 maggio 2016 » 244 Views» By redazione »
 0 stars
Registrati to vote!

papaROMA, 14 maggio 2016 – “La pietà non va confusa neppure con la compassione che proviamo per gli animali che vivono con noi; accade, infatti, che a volte si provi questo sentimento verso gli animali, e si rimanga indifferenti davanti alle sofferenze dei fratelli.”

Con queste parole, il Santo Padre, ha voluto evidenziare come la Chiesa predichi bene e razzoli male. Un Papa, che ha assunto lo stesso nome di S. Francesco, patrono degli animali, e che stigmatizza l’amore per questi ultimi appare un lampante controsenso.

“Caro Papa Francesco, questa volta sbagli! Amare ed aiutare gli animali significa difendere gli ultimi tra gli ultimi, i più deboli tra i deboli: ed anche gli uomini. I Padri dell’animalismo sono Gandhi, Martin Luther King ed Henry Salt, filosofo inglese, che a fine Ottocento si batteva per i diritti delle donne, dei carcerati e degli animali e fondò la Humanitarian League. Chi ama e difende cani e gatti combatte lo specismo (la discriminazione in base alla specie, per cui la specie umana si considera superiore alla specie animale), che è parente stretta del sessismo (il sesso maschile si considera superiore al sesso femminile) e del razzismo. Caro Papa Francesco, mi permetto umilmente di ricordarLe le frasi dei suoi predecessori: Papa Giovanni Paolo II disse che: “Gli animali possiedono un soffio Divino e noi un giorno li ritroveremo nel Mistero di Cristo.” “Papa Paolo VI invece, ad un bambino che piangeva per la morte del suo cagnolino disse: “Non piangere, perché un giorno ritroverai il tuo cagnolino…” “ Noi Animalisti Italiani Onlus lottiamo, osiamo, rischiamo con la nonviolenza, per liberare dalle catene e dal dolore, dalla sopraffazione e dallo sfruttamento, gli animali: esseri viventi capaci come noi di provare dolore e piacere, di amare e comunicare. Come noi. E siamo anche noi Animalisti Italiani Onlus in prima linea a lottare per i Diritti Civili, contro le torture e la pena di morte, contro ogni omofobia e discriminazione.” Queste le parole di Walter Caporale, Presidente dell’Ass.ne Animalisti Italiani Onlus.

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *