Mondiali Russia 2018: nuove polemiche sull’uccisione di randagi

Mondiali Russia 2018: nuove polemiche sull’uccisione di randagi

Non si placano le polemiche tra animalisti e istituzioni russe, a poche settimane dal fischio di inizio dei Mondiali di Calcio 2018. Il nodo del contendere è relativo al trattamento dei cani randagi, secondo alcuni fatti scomparire nelle città in cui si disputeranno le gare, affinché non siano visti dai turisti e dai vari giornalisti che affolleranno la Russia durante l’evento. E nonostante un rappresentante governativo abbia incontrato gli attivisti a inizio anno, cercando di portare rassicurazioni sui diritti degli animali da strada, la realtà sarebbe decisamente diversa: a rivelarlo è il Guardian

Leggi intero articolo qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *