New York si prepara alla strage di San Valentino: cigni condannati a morte

New York si prepara alla strage di San Valentino: cigni condannati a morte

cignoAmici di CGTV, un massacro di San Valentino: mancano due settimane alla festa degli innamorati, e negli Stati Uniti drugstore e supermercati sono un tripudio di cuori, piccoli cupidi, cigni. Ma per i candidi pennuti simbolo dell’amore lo stato di New York ha in serbo un tragico destino: le autorità che vigilano sull’ambiente hanno deciso di spedirli tutti davanti al plotone di esecuzione. Gassati, presi di mira da tiratori scelti, le loro uova coperte di grasso per non farle dischiudere. Un vero e proprio sterminio. Questo perché i delicati ma feroci animali introdotti dall’Europa alla fine dell’Ottocento in virtù del loro “appeal” estetico sono diventati una minaccia per l’ambiente. Sono bellissimi, ma anche cattivi:distruggono l’habitat naturale per anatre e oche indigene del Nuovo Mondo, attaccano la gente, pongono un rischio per i voli di linea. Ecco perché il New York State Department of Environmental Conservation ha dichiarato i cigni “specie invasiva proibita” e li ha condannati tutti a morte. Ce ne sono circa 2.200, soprattutto a Long Island ma anche nei laghetti dei parchi di Manhattan, anche se la maggiore espansione degli ultimi tempi è stata verso nord, nelle acque del Lago Ontario: l’obiettivo è di eliminarli tutti entro il 2025 con buona pace degli amici degli animali di Brooklyn che hanno dato a ciascun cigno di Prospect Park un nome e sono in grado di distinguerli uno dall’altro.

Clicca QUI per leggere intero articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *