Orrore a Bonagia, cane ucciso da un pitbull davanti alla folla

Orrore a Bonagia, cane ucciso da un pitbull davanti alla folla

canebonagiaAmici di CGTV ecco un altra vicenda davvero incredibile, a Bonagia, cane è stato massacrato, sacrificato sull’altare di una pratica assurda, incomprensibile. E’ stato ucciso per fare “allenare” un cane da combattimento. Una tremenda realtà che si consuma a Bonagia. Zeus, randagio del quartiere, è stato dato in pasto a un pitbull, ed è l’ennesima vittima a quattro zampe. Un duello all’ultimo sangue, quello andato in scena ieri pomeriggio in via del Levriere. Sullo sfondo il “tifo” da parte di alcuni residenti del quartiere che hanno organizzato la sfida. La povera bestiola, che ha subito la cruenta furia assassina del suo aggressore, è rimasta agonizzante a terra. Poi è stata soccorsa al canile municipale e portata in una clinica. Le è stata asportata la milza, mentre l’intestino è stato ricucito. Poi però è morta. Anzi, è “volata sul ponte”, come dicono in gergo gli animalisti.“
La segnalazione è arrivata da alcuni volontari della zona. Una ragazza racconta a PalermoToday di avere sentito un grande guaito e poi due cani che si rincorrevano. Ad avere la meglio è stato un pitbull dalla muscolatura bianca e marrone. Quando, con l’aiuto di alcuni passanti, i cani sono stati finalmente divisi, il padrone del pitbull ha caricato il proprio cane su una Lancia Ypslon nera ed è scappato. Sempre più sono i sequestri di cani da combattimento effettuati a Bonagia. Varie le età, diverse le razze, purché si trasformino in “macchine da guerra”. Pitbull, boxer, rottweiler, trasformati in belve assetate di sangue perché maltrattati, sottoposti ad addestramenti spietati con un unico obiettivo: l’odio. “E’ una pratica assai diffusa da queste parti – dice una ragazza del collettivo Maneki Neko – che ha seguito la vicenda da vicino. Anche un mese fa un cane fu massacrato così. Oltretutto tutti i randagi della zona sono spariti, probabilmente morti, e neanche le loro carcasse si trovano più”.

fonte: Palermotoday.it

Concludiamo con una frase… ma che gusto ci trovate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *