Passante salva cucciolo di volpe preso a bastonate in testa

Passante salva cucciolo di volpe preso a bastonate in testa

imageAmici di CGTV, qualche giorno fa, alle porte di Milano, un cittadino ha soccorso un cucciolo di volpe di cinque mesi trovato in stato di sofferenza e disorientamento. L’animale aveva anche cercato di fuggire al suo soccorritore gettandosi in una risaia ma il passante, nient’affatto intimorito, l’aveva seguito nell’acqua riuscendo infine a recuperarlo. Geapress racconta tuttavia che le condizioni del cucciolo, consegnato al CRAS La Fagiana gestito dalla LIPU a Pontevecchio di Magenta, sono peggiori di quanto non sembrassero ad una prima occhiata. La volpe era stata sì ricoverata in stato di incoscienza ma, nell’arco delle prime 24 ore di cure, aveva dato segni di ripresa e aveva mostrato la capacità di camminare e mangiare senza aiuto. Gli ultimi esami sullo stato di salute del piccolo hanno accertato che il violento trauma cranico non è, come inizialmente si pensava, stato causato da un incidente della strada quanto piuttosto ad un’azione brutale e volontaria: qualcuno l’ha preso a bastonate in testa. Non è escluso che il responsabile sia il proprietario di uno degli orti della zona che, magari vedendo il piccolo predatore nella propria proprietà, lo abbia aggredito con l’intento di scacciarlo e ferendolo gravemente. Dopo il trauma, il cucciolo si è allontanato e, in stato di shock, ha raggiunto la strada dove è stato notato dal passante. LIPU conferma che l’abitudine di usare violenza alle volpi è ben radicata e dunque l’azione di violenza non rappresenterebbe una novità. Il piccolo continua ad essere accudito dagli specialisti del CRAS ma non sarà certamente liberato in tempi brevi.

Fonte: all4animals

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *