Sea Shepherd protesta contro la comunità contro la massiccia fattoria di pesci nella scuola materna della balena di Tasmania

Sea Shepherd protesta contro la comunità contro la massiccia fattoria di pesci nella scuola materna della balena di Tasmania

“Sea Shepherd è orgogliosa di offrire il suo sostegno alla protesta di flotte di #OKEFLOAT di oggi contro le introduzioni di aziende ittiche nelle acque incontaminate della baia di Okehampton di Tasmania. La società di allevamento di salmoni, TASSAL, ha in programma di mettere 28 penne nette con 800.000 pesci in un’area che è un vivaio critico per la balena destra meridionale “, ha dichiarato Adam Burling, portavoce Sea Shepherd Australia.

“Queste aziende agricole di pesce si trovano al centro di una zona di allevamento documentata per la balena. Il Dipartimento per l’Ambiente e l’Energia del governo australiano ha determinato lo sviluppo “potrebbe avere un impatto significativo” sulle balene in mare in via di estinzione. Nessun impatto su queste creature rare e incredibili è accettabile. Questa ragione dovrebbe solo impedire che lo sviluppo si verifichi “, ha dichiarato Burling

“Il rischio di entanglement nelle reti da parte delle balene di destra meridionale o dei loro vitelli è molto reale. Potrebbe devastare le popolazioni locali di questa bella specie. È bello vedere il rally della comunità di Tasmania per proteggere questo ambiente marino unico. Sea Shepherd supporta quelli che si occupano dei nostri oceani e contro questa grande minaccia alle balene nella regione “, ha dichiarato Burling

“Come la balena meridionale di Tasmania, la popolazione combatte dall’orlo dell’estinzione e torna in un luogo che una volta era la loro casa, i loro terreni di nascita, si incontrano con una nuova minaccia, nell’espansione di queste aziende agricole distruttive ecologiche. Nei primi giorni, le balene fiduciose ci hanno portato a ricevere un arpiono sanguinoso, non lasciamo nuovamente rompere questa fiducia e offriamo loro un rifugio sicuro, non pieno di queste aziende ittiche distruttive e inquinanti “, ha dichiarato il direttore generale Sea Shepherd Australia Jeff Hansen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *