Un cane intrappolato in un cratere artificiale è stato salvato dopo otto giorni di prigionia

Un cane intrappolato in un cratere artificiale è stato salvato dopo otto giorni di prigionia

caneintrappolatoAmici di CGTV, un cane intrappolato per otto giorni nel cratere artificiale più grande del mondo è stato recuperato da un team di volontari. Underdog, il nome che è stato dato al cane intrappolato, è sopravvissuto per otto giorni dopo essere precipitato per 215 metri nel Kimberley’s Big Hole, una miniera di diamanti abbandonata in Sudafrica. Dopo essere stato avvistato da un turista, i soccorritori hanno tentato diverse volte di recuperarlo ma invano. I volontari hanno dichiarato che il cratere era troppo ripido e che non evavano funi abbastanza lunghe da raggiungere il fondo. Sia i soccorritori che i turisti in visita al Big Hole hanno lanciato cibo in fondo al cratere per sfamare  il cane intrappolato e tenerlo in vita. Ma fortunatamente otto giorni dopo la ER24, una compagnia medica privata, a inviato un team di sette uomini che usando corde e carrucole sono riusciti a recuperare il cane intrappolato. La missione compiuta per salvare il cane intrappolato è stata molto complicata e a tratti pericolosa visto che l’altezza del cratere corrisponde a un edificio di 50 piani. Underdog è diventato una star dei social network grazia ai quali è stato adottato.

Fonte: codavispa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *